L’azienda tedesca Haibike è stata fra le prime a puntare sulle e-mtb, realizzando delle bici anche di altissima gamma, che montavano motori Bosch. Per il 2015 Haibike ha deciso di affiancare alla sua serie di bici con motori Bosch una seconda serie, chiamata SDURO, che utilizza invece motori Yamaha.

La gamma di e-mtb Haibike SDURO

La gamma è composta da ben 14 modelli, 12 di mountain bike di vario tipo, un modello da trekking e uno da cross. I prezzi vanno dai 1999€ (per una e-mtb front) fino a 5000€ circa per il top di gamma. I modelli più costosi comprendono il sistema e:i Shock, che controlla attivamente l’ammortizzatore posteriore, regolandolo automaticamente nel giro di 0,1 secondi in base alle condizioni del percorso grazie a una serie di sensori (per maggiori info: e:i Shock, solo in tedesco). Tutti i telai della gamma sono in alluminio 6061.

Si tratta di un motore con sensore di sforzo da 250 Watt e 36V, con coppia di 70Nm ed alcune caratteristiche molto particolari. Chi l’ha provato ne loda la silenziosità e l’ottima accelerazione del mezzo. Molto interessante è la possibilità di montare una doppia corona, ampliando in questo modo il numero di rapporti e rendendo più facile mantenere sempre la cadenza ottimale; se la batteria dovesse scaricarsi, con la doppia corona è anche più facile tornare a casa senza dover spingere la bici in salita. Altra caratteristica del motore è la “Zero-Cadence-Support”, che a detta della Yamaha è un sistema per cui il motore offre un alto livello di assistenza fin dalle primissime pedalate, mentre gli altri motori danno un’assistenza limitata a basse cadenze di pedalata. Si tratta di una possibilità interessante, ma bisogna stare attenti all’efficienza e all’autonomia: a basse cadenze di pedalata il motore lavora in modo poco efficiente assorbendo molta potenza, è per questo che gli altri motori limitano l’assistenza in queste situazioni.

© Copyright Cianci Moto - Privacy Policy - allisio design